PARDINI 4.5: autore di un bell’intervento su Di Nardo nel primo tempo, deve assumersi le responsabilità del pareggio del Benevento, giunto su una punizione di Pittilino dai trentacinque metri (nessuno ha toccato il pallone prima che entrasse in porta). Sbaglia tempo e modo dell’uscita, e si macchia del terzo grave errore in cinque partite. Se uno è un caso, due un dubbio e tre è un indizio…

OGLIARI 6: Luiso nel primo tempo si dimostra un cliente scomodo ma il bravo terzino sa tenerlo lontano dall’area di rigore. Diligente e pulito, offre a Delvecchio un assist d’oro che andava sfruttato meglio.

MANNI 6.5: dalle sue parti il giovane Iezzi non trova mai il modo per rendersi pericoloso. Prova anche qualche sgroppata sulla fascia e fino ai minuti finali dà il suo apporto.

DELVECCHIO 5.5: a corrente alterna. Sbaglia un gol davanti a Basso, rallenta il gioco e pecca nell’eccessivo possesso palla in alcuni momenti, mentre in altri, specie nella parte centrale del secondo tempo, ritorna ‘guerriero’ a tutto tondo e propone le ripartenze della squadra.

FRANCHI 6: di solito se la vede con Mastrolilli, e tranne qualche sbavatura non gli concede grandi spazi.

PEDOTTI 5.5: giornata negativa per il difensore ex Brescello, che non prende le misure a Di Nardo e gli lascia troppi spazi, specie nel primo tempo. Nella ripresa perde il pallone in area di rigore in maniera ingenua. Speriamo che si tratti di una singola giornata storta.

TEODORANI 6: sulla sua fascia se la deve vedere con Colletto. Alla fine contabilizza la sua solita dose di cross, anche se in alcuni casi sarebbe stata utile la presenza di un giocatore in grado di puntare l’avversario ed entrare in area.

FILIPPI 6: meno bene che nelle ultime due trasferte. Nel primo tempo è più che sufficiente, e dai suoi lanci per i due esterni di centrocampo De Amicis e Teodorani nascono le azioni offensive più pericolose della Samb. Nella ripresa perde i colpi.

DI SERAFINO (dal 32° s.t.): entra dopo l’espulsione di Turchi per arricchire il filtro del centrocampo.

TURCHI 6: autore di una rete e di un assist decisivo ma soprattutto di una serie di buone giocate che ci stavano facendo dimenticare il giocatore abulico delle prime partite, Turchi si macchia di una grande ingenuità rifilando un colpo a Pittilino quando il pallone era lontano: espulsione giusta, Samb in dieci nel momento più importante della gara.

FANESI 5.5: oggi “Cioffi” non ha ripetuto le buone prove offerte a Viterbo e a Teramo. Spesso impreciso nelle sponde, si vede però annullare una rete per un fuorigioco dubbio. Esce per infortunio.

SERGI (dal 24° s.t.) s.v: entra sul 2-1 ma dopo pochi minuti il Benevento pareggia e la Samb resta in dieci. A quel punto si ritrova solo in attacco e la sua prova diventa difficile da giudicare.

DE AMICIS 7: la sua dote principale, in questa Samb, è quella di conoscerne bene i tempi. Sa quando inserirsi e il gol di oggi testimonia il suo tempismo. Prende anche una traversa su punizione, batte l’angolo del primo gol e crossa ancora per Fanesi in occasione della rete annullata. Forse un po’ impreciso nella ripresa in occasione di alcuni contropiedi, ma, insomma, non si può avere tutto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 140 volte, 1 oggi)