«Sarò un presidente costante e presente», rispose Agnello ad un tifoso nel giorno della sua venuta a San Benedetto. Invece Francesco Agnello, presidente «senza ombra di dubbio» della Sambenedettese (sono parole del portavoce Guido Arata, corrispondenti a sicura verità), nel week end sarà a Londra «per motivi di lavoro». È partito per la metropoli londinese ieri, dopo aver avuto il tempo di rilasciare una dichiarazione all’agenzia Adnkronos (del cui contenuto riferiamo in uno degli articoli presenti nella sezione Samb Today), ma, ahinoi, non ha avuto modo di parlare direttamente con la stampa locale: a meno che il numero di cellulare che aveva indicato ai cronisti di San Benedetto non fosse errato (a questo punto ci attendiamo anche tanta ingenuità…), non capiamo perché Agnello rifugga dai contatti con la stampa locale. Se, come spiega Arata, «Agnello si recherà a San Benedetto quando la verità sarà chiara per tutti», crediamo che il mezzo migliore per iniziare quest’opera di chiarificazione sia tenere dei contatti diretti con la stampa locale. Siamo grati che Guido Arata si prodighi nell’attività di mediatore tra gli organi di informazione e la persona di Francesco Agnello; oltretutto, Arata è un serio professionista che come Landini si era recato a San Benedetto non sulla base di un contratto firmato ma come ‘visionatore’ della situazione locale. Dunque le notizie su Agnello vengono recapitate ai tifosi sambenedettesi da una persona che al momento non ha alcun rapporto professionale con Agnello, se non la ‘pazienza’ di seguirne i movimenti e di riferirli.

A questo punto, se entro lunedì sera non potremo parlare con il ‘presidente’ Agnello (siamo disposti a chiamarlo anche a Londra se…non dovesse tornare), saremo costretti ad aprire un capitolo a parte nella vicenda, sul quale comunque stiamo già lavorando, che poco ha a che vedere con il calcio.

Chi è Francesco Agnello?

(seguiranno altri aggiornamenti)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 94 volte, 1 oggi)