Nelle giornate del 26 settembre e del 6 ottobre il Comitato per il “non? al casinò sarà davanti a ben quarantasei chiese di tutta la Diocesi, in Piazza Giorgini e in corso Secondo Moretti, dalle 9 alle 14 e dalle 16 alle 20, con dei banchetti dove poter porre la firma a testimonianza del proprio sfavore nei confronti dell’apertura di un casinò a San Benedetto e in tutta la Regione Marche.

Il Comitato è costituito dal Presidente dottor Claudio Cacaci, l’Avvocato Patrizia Logiacco nelle vesti anche di consigliere dell’Associazione Monsignor Francesco Traini per la prevenzione dell’usura, Antonino Armata, Giuseppe Pignotti, Antonio Alfonsi, la dottoressa Lucia Marinangeli, l’Architetto Nicola Piattoni, Leo Capecchi, l’Avvocato Paolo Canducci, Fabio Flaiani Mazzoni e Renato Palestini. Nell’ambito della raccolta delle firme verrà distribuito il volantino in cui sono riportate le motivazioni che sono alla base di tale opposizione, dopo di che, coloro che vorranno potranno riportare il loro nome, cognome, indirizzo, il documento e apporre la propria firma. Si tratterà di un modulo che avrà rilevanza statistica.

Il Comitato motiva la sua contrarietà al casinò sostenendo che tale iniziativa incrementerebbe la passione per il gioco d’azzardo, darebbe adito alla crescita della piccola e media criminalità, fornirebbe una valida copertura al riciclaggio del denaro sporco e andrebbe ad intaccare l’equilibrio delle famiglie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 191 volte, 1 oggi)