Il testo recitava, più o meno, così: offerta di tre miliardi e mezzo, pagabili in 24 mesi con trance semestrali. La trattativa era legata alla risposta della società nerazzurra che doveva pervenire obbligatoriamente entro il 28 febbraio.
Da quel momento più niente. Né un fax, né una telefonata, tutto caduto nel nulla.
Niente di nuovo sotto il sole anche per ciò che riguarda il possibile interessamento di Cragnotti. Che il patron laziale sia interessato all’acquisto di una società di Terza serie ˜ dove poter creare un’oasi di ‘parcheggio’ di calciatori in esubero nonché un ambiente ideale dove poter far crescere i migliori giocani ˜ è noto, ma che sia Pisa la piazza prescelta è tutto da verificare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)