La Regione dice sì al programma di riammodernamento delle unità di sottostazza del Compartimento di San Benedetto. Via alla demolizione incentivata delle barche, unico rimedio invocato dagli operatori della piccola pesca locale per uscire finalmente dalla crisi che attanaglia da mesi le imbarcazioni di pesca a strascico dalle 3,01 alle 9,99 tonnellate. La decisione è giunta a conclusione di un incontro tenutosi ad Ancona tra l’assessore regionale alle attività produttive, Luciano Agostini, e una delegazione di armatori sambenedettesi.

La complesse vicende della piccola pesca locale sembrano aver imboccato la strada giusta. “È stato fatto un ulteriore passo avanti, nell’ottica della razionalizzazione del settore, per la soluzione di un problema che aveva condotto la piccola pesca di San Benedetto a dure ed eclatanti manifestazioni di protesta nei mesi scorsi”, ha commentato con soddisfazione l’esponente di Allenza Nazionale Giuseppe Marucci. Per definire il programma di demolizione incentivata delle imbarcazioni, si terrà entro breve un nuovo incontro a Roma tra il Sottosegratrio alle risorse agricole Scarpa Buora e l’assessore regionale Agostini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)