Colantuono in Tribuna, Matricciani in panchina. Questa sarà la Samb che si presenterà a Viterbo in virtù della sospensione affibiata dall’Ufficio Indagini della Lega verso Colantuono, ‘reo’ di non aver conseguito il patentino di allenatore per allenare in Serie C. Non ci permettiamo di recriminare alla decisione dell’Ufficio Indagini, che sicuramente avrà applicato cavillosamente le norme. Tuttavia, ovunque vi siano incrostazioni corporative di questo tipo, ci viene naturale da chiederci: “Il mondo è tanto cambiato, e Voi perdete tempo dietro a queste sciocchezze?”

Non ci risulta che per essere un conduttore televisivo si sostengano esami, né per fare il pittore, o, meglio ancora, il presidente di una squadra di calcio, il giocatore. Né esistono ‘buoni’ mariti o ‘buone’ mogli patentate: è la vita, e l’abilità di ognuno, a decidere. Ma così va il mondo del pallone, tra posticipi, anticipi, tv satellitari e arbitri Moreno, succede anche questo.

Non ne saranno sconvolti i tifosi della Samb, con nella testa altre mille notizie: domani saranno in buon numero a Viterbo (circa 700-800 unità). Si muoveranno principalmente con mezzi propri.

Da lunedì, si vedrà.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 156 volte, 1 oggi)