Ricevuta dal vicepresidente Spacca una delegazione cinese di ritorno nelle Marche dopo le joint venture siglate tra la Falc di Civitanova e il Gruppo Jangsu Senda

SI RAFFORZA L’IPOTESI DEL GEMELLAGGIO CON YANCHENG
Gli ospiti cinesi erano accompagnati dal consigliere regionale Giulio Silenzi.

Non solo accordi economici ma , probabilmente, anche un gemellaggio consoliderà i rapporti sempre più frequenti ed importanti tra la Repubblica Popolare Cinese e le Marche.
Questa mattina il vicepresidente Gian Mario Spacca ha ricevuto una delegazione di rappresentanti istituzionali del capoluogo Yancheng , guidata dal vicesindaco Xu Kunrong, la cui visita segue quella di alcuni manager aziendali del Gruppo Jang Su Senda che nel giugno scorso ha costituito quattro joint-venture con altrettante aziende calzaturiere del distretto di Civitanova Marche ( Falc, RPM, Eurostampi e I.I.T.).
“Si moltiplicano le occasioni di incontro e relazioni tra la nostra regione e la Repubblica Popolare Cinese?, ha sottolineato il vicepresidente Gianmario Spacca rivolto agli ospiti. “Le Marche, infatti – ha proseguito- sono interessate allo sviluppo dei rapporti non solo economici ma anche istituzionali, culturali e sociali che potrebbero perfezionarsi con la conclusione di un gemellaggio con la provincia dello Yancheng, se esisteranno, come credo, tutte le condizioni favorevoli per potenziare la già positiva collaborazione.
Molte imprese marchigiane da decenni ( le prime joint-venture risalgono agli anni Settanta) hanno costruito saldi legami con la Cina. E proprio per la “antichità? di questi buoni rapporti che, a buon diritto, le Marche e il presidente D’Ambrosio coordinano le altre regioni italiane nella strategia delle azioni verso la Repubblica Popolare Cinese. E’ stato avviato, inoltre, un progetto speciale per le Olimpiadi di Pechino 2008 al quale le Marche parteciperanno attivamente per promuovere l’immagine della regione e il rapporto Occidente-Oriente .? Spacca ha infine spiegato alla delegazione cinese, composta anche da diversi manager aziendali che visiteranno nei prossimi giorni le industrie calzaturiere civitanovesi, come la Regione Marche sostenga prioritariamente, attraverso le politiche di internazionalizzazione, le imprese marchigiane che vogliono realizzare investimenti nel sistema produttivo cinese.
Il vicesindaco di Yancheng in cui vive circa 1 milione di abitanti e fa parte della regione dello Jang Su (con 90 milioni di abitanti) ha detto di essere molto felice di conoscere la nostra regione per approfondire le basi di un gemellaggio che, si augura, possa essere realizzato già dal prossimo anno ed ha ribadito l’interesse alla collaborazione con la Regione Marche sia sotto il profilo istituzionale che economico, culturale e sportivo.
Anche il consigliere regionale Giulio Silenzi, che ha accompagnato la delegazione e che nello scorso agosto ha visitato la provincia cinese, ha sottolineato come le tradizioni culturali, economiche e artistiche della provincia dello Yancheng siano “vicine? a quelle delle Marche e possano essere fonte di scambi sempre più interessanti. “Certamente- ha detto – vi sono i presupposti perché un gemellaggio duri nel tempo e diventi soprattutto uno strumento concreto per rafforzare la collaborazione. “ ( ad’e)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 289 volte, 1 oggi)