Abbiamo rivolto loro cinque domande: 1)Ritiene soddisfacente l’informazione turistica garantita dai giornali? 2)Come ha trascorso le vacanze? 3)Quali eventi ha gradito maggiormente? 4)Un consiglio per migliorare le potenzialità turistiche della zona. 5)Un punto di forza e un punto debole di San Benedetto.

CARLA SCIOCCHETTI, 53 anni, insegnante di Genova, due mesi di vacanza a San Benedetto
«I prezzi delle sagre sono esagerati»

1) Più che leggere i giornali, ascolto direttamente in spiaggia le informazioni turistiche che vengono trasmesse dall’altoparlante. Poi presto attenzione ai vari manifesti affissi per le vie della città, quindi sono abbastanza informata sul programma estivo, anche se lo scopo della mia vacanza è quello di stare insieme ai parenti sambenedettesi.

2) La stagione è andata piuttosto bene, fatta eccezione per il clima disastroso del mese di luglio. Nei giorni in cui non è stato possibile andare in spiaggia ho girato per il centro cittadino, ho fatto shopping nei bellissimi negozi e ho visitato alcuni paesi caratteristici dell’entroterra. Negli anni passati non perdevo una sagra, ma quest’anno ho un po’ rallentato anche perché ne sono venute fuori tantissime e a prezzi assurdi: si tratta di una vera speculazione se pensiamo che a Genova sono gratuite.

3) Ho partecipato alla Festa della Madonna della Marina, ad alcune serate musicali negli chalet e ho visitato la mostra sull’Antico Egitto al Palacongressi. Inoltre ho gradito in particolar modo una serata in Palazzina Azzurra dedicata alla musica anni ’60 e ’70. È stato davvero un bel momento che mi ha riportato indietro nel tempo.

4) Per un miglior sviluppo turistico della zona suggerirei di evitare l’accavallamento degli eventi presenti sul territorio. Inoltre prenderei in considerazione anche l’arduo problema dei parcheggi, visto che sul lungomare è praticamente impossibile parcheggiare. Infine vorrei spendere due parole sui monumenti: passi la contemporaneità, ma la scelta delle opere è davvero infelice! Ce ne fosse uno guardabile…

5) Il punto di forza di San Benedetto consiste nella bellezza naturale del luogo: il lungomare, le palme, il mare, la spiaggia, il panorama, sono davvero tra i più belli d’Italia. Il punto debole? La ripartizione del lungomare, la pista ciclabile, i parcheggi e il pericoloso affollamento che ne deriva. Inoltre mi chiedo perché mai le guardie non fanno mai la multa a chi va in bicicletta sul marciapiede, visto che a pochi metri c’è la pista ciclabile?

ANNA MARIA VERARDO, 16 anni, studentessa di Genova, in vacanza con la famiglia
«Viva la musica dell’i Tim -Tour!»

1) L’informazione turistica è soddisfacente, anche se non mi interesso molto alle varie manifestazioni visto che la mia famiglia predilige una vacanza tranquilla da trascorrere in spiaggia. Da un punto di vista personale, ho partecipato ad alcune serate musicali negli chalet insieme ai miei cugini sambenedettesi.

2) Resto a San Benedetto per un lungo periodo perché ho la possibilità di alloggiare in casa di mia nonna, quindi direi che questa vacanza è più che soddisfacente da un punto di vista affettivo. Per quanto riguarda il divertimento ho trascorso la maggior parte del tempo in spiaggia e in giro per il centro, fatta eccezione per brevi escursioni sui Monti della Laga e sui Sibillini.

3) Ho apprezzato molto l’i-Tim Tour al Porto Turistico, una manifestazione che mi ha fatto conoscere Irene Grandi e Paola & Chiara, oltre ad aver dato a numerosi gruppi emergenti l’opportunità di dividere lo stesso palco con artisti già affermati. Poi ho gradito la mostra sugli Egiziani, una civiltà decisamente affascinante.

4) Nel corso degli ultimi anni San Benedetto si è sviluppata moltissimo, raggiungendo le giuste caratteristiche per fare un salto di qualità in campo turistico. Quindi non cambierei nulla, trattandosi anche di una località in cui torno volentieri ogni anno.

5) Le potenzialità di San Benedetto sono legate al lungomare, alla spiaggia, al mare, ai prodotti tipici locali e alla vicinanza con l’entroterra, ricco di splendidi paesi facilmente raggiungibili. Il suo punto debole? I monumenti che deturpano la bellezza del centro cittadino. Si poteva certamente fare una scelta migliore.

ANTONIO TOMASINO, 23 anni, studente universitario di Bari, in vacanza con amici
«Le Miss sono meglio dell’Egitto!»

1) L’informazione sui programmi estivi è soddisfacente, considerando soprattutto i numerosi cartelloni sparsi per la città che pubblicizzano gli eventi e la pubblicità in spiaggia. I giornali? Certo, li leggo, ma d’estate si è più portati ad oziare…

2) La stagione non è stata positiva per via del cattivo tempo, ma la colpa non è di nessuno. Personalmente mi sono divertito lo stesso perché ho preso in affitto un appartamento con altri tre compagni universitari: per il cibo ci siamo un po’ arrangiati, ma in compenso abbiamo visitato molti bei locali spostandoci anche verso l’entroterra.

3) Sono arrivato nei giorni precedenti il Ferragosto e non ho visto niente di particolare a parte i Summer Games. Mi dispiace non aver “beccato” la tappa dell’i-Tim Tour perché sono un fun di Edoardo Bennato e apprezzo molto Red Ronnie. In compenso mi sto rifacendo con le bellezze di Miss Italia ed ho intenzione di assistere alle due serate al Palacongressi, luogo in cui ho visitato la mostra sull’Antico Egitto. Se mi è piaciuta? Beh, non l’ho trovata poi così straordinaria come l’hanno descritta, ma è anche vero che non sono un esperto quindi potrei sbagliare.

4) San Benedetto è una città che deve investire sul turismo, su questo non ci sono dubbi. Punterei forse su una maggiore caratterizzazione del luogo e, in questo senso, San Benedetto potrebbe diventare la città di Miss Italia e dei grandi eventi, visto che può vantare un lungomare degno delle più grandi località turistiche e una posizione geografica molto favorevole. Inoltre i sambenedettesi sono persone ospitali e le ragazze del posto sono davvero belle! Posso dirlo perchè non sono fidanzato…

5) Il punto di forza della città consiste nell’avere grandi potenzialità, mentre il rovescio della medaglia è quello di non saperle sfruttare appieno. Inoltre ci sono delle zanzare così fastidiose che mi hanno preso come bersaglio preferito!
(rositaspinozzi@tin.it)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 209 volte, 1 oggi)