L’autrice parteciperà all’incontro presentato da suo marito Carlo Biagi, musicista e pubblicitario, direttore del “Giornale dell’anima” e autore di libri sui viaggi fuori dal corpo.

Attraverso la raccolta di numerose testimonianze, Manuela Pompas ha disegnato una mappa dell’universo misterioso di chi tenta di comunicare con l’aldilà. Le motivazioni alla base di questi tentativi sono diverse, poiché a volte ci si avvicina al mistero spinti da un bisogno di conoscenza, mentre più spesso accade quando si viene colpiti da un dolore improvviso.

Ma esistono anche persone interessate all’argomento che desiderano sviluppare le doti medianiche per ampliare il proprio orizzonte servendosi della telescrittura, della scrittura automatica, rivolgendosi a un medium oppure provando a registrare le voci dell’altra dimensione. Tra i casi analizzati dalla Pompas sono presenti quelli di Roberto Setti, il medium del “Cerchio Firenze 77”, nelle cui mani si materializzano piccoli gioielli; di Rosemary Altea e di Sue Rowlands, le cui performance si sono trasformate in veri e propri show.

rositaspinozzi@tin.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)