SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “E’ necessario chiedere all’amministrazione comunale nuove norme che stabiliscano diversamente la scelta degli scrutatori, riaffermando i necessari e fondamentali principi di trasparenza, imparzialità e
competenza“.

Con questo obiettivo il Movimento Cinque Stelle di San Benedetto del Tronto intende portare all’attenzione di tutti i cittadini che attualmente la procedura adottata dall’amministrazione civica prevede che sia l’apposita Commissione Elettorale Comunale a provvedere ad indicare i nominativi degli scrutatori presenti nell’albo unico.

In tal senso il Consigliere Comunale Riego Gambini chiede un’opportuna inversione di rotta e una diversa attuazione della legge elettorale 207/2005 che, nello specifico, ritiene inadeguata: dovrà tornare ad essere il sorteggio pubblico lo strumento di selezione degli scrutatori, in sinergia con la definizione di meccanismi di rotazione e di premialità per chi si trova in stato di disoccupazione, per gli studenti o per persone con bassa pensione“.

Visto anche l’alto numero di cittadini che in questi giorni stanno presentando domanda di iscrizione all’albo, secondo il Movimento Cinque Stelle di San Benedetto del Tronto, attraverso il sorteggio verrebbero valorizzati maggiormente i principi di trasparenza, pari opportunità e di competenza per i cittadini sambenedettesi che chiedono di diventare scrutatori nel corso delle future consultazioni elettorali e referendum.

(Letto 456 volte, 1 oggi)