GROTTAMMARE – Continua a suscitare interesse l’esperienza di democrazia partecipativa di Grottammare, già individuata come una delle più significative da una ricerca finanziata dai sindacati tedeschi e pubblicata in Italia all’interno del libro “I bilanci partecipativi in Europa”, presentato alla Camera dei Deputati nel 2009.

Altro grande riconoscimento arriva stavolta in occasione della centosettesima assemblea dei Sociologi americani svoltasi a Denver (Colorado, USA) lo scorso weekend e presieduta da Erik Olin Wright, famoso per i suoi studi e le sue pubblicazioni sulla “stratificazione sociale”.

In questa sede il professore Giovanni Allegretti, ricercatore senior del Centro di studi sociali dell’Università di Coimbra (Portogallo), ha focalizzato il suo intervento sull’esperienza di democrazia partecipativa del Comune di Grottammare, illustrando i percorsi inclusivi che, nel corso di oltre quindici anni, sono stati adottati dall’Amministrazione, divenuta, secondo gli studi, un “riferimento europeo”.

All’assemblea sono intervenuti con le proprie relazioni anche esponenti della banca mondiale e dell’università di Illinois-Chicago confrontandosi sulle diverse esperienze di partecipazione nel contesto mondiale e analizzando un caso per ogni continente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 707 volte, 1 oggi)