SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Spero di far risuonare il nome di San Benedetto a Milano. Voglio ringraziare sin da adesso, vada come vada, la mia famiglia e l’allenatore Kaflo per il loro sostegno incondizionato».
Roberto Bassi, pugile dilettantistico (peso medio; 75 kg) sambenedettese, alle spalle 22 incontri  – lo score parla finora di 10 vittorie, 7 pareggi e 5 sconfitte – si sta preparando per le Finali Nazionali Assoluti che dal 5 dicembre si terranno al PalaLido di Milano.
Bassi, impiegato 23enne, ha staccato il biglietto per le finali meneghine lo scorso novembre, assieme ad altri otto pugili (Benvenuto Gini, Simone Mancini, Carel Sandon, Valter Fiorucci, Andrea Maziali, Matteo Vecchi e Ottavio Di Leo) che vedremo impegnati sui ring milanesi. L’atleta nostrano, che in Ancona ha avuto la meglio sui diretti avversari – tre, i marchigiani Carlo Censori e Davide Rossi Brunori, e l’abruzzese Pietro Mancinelli – si è laureto campione interregionale (in gara, oltre alle Marche, l’Abruzzo e l’Umbria) e ora avrà la possibilità di confrontarsi coi migliori pugili d’Italia a livello dilettantistico.
Una grossa soddisfazione per il diretto interessato, che sette anni fa ha cominciato a praticare questo sport così duro ma anche estremamente corretto, a dispetto delle apparenze – Bassi stesso ci tiene a sottolineare: «Attorno al pugilato gravitano i soliti luoghi comuni; non è vero per esempio che è una disciplina violenta e sleale. A fine gara, dopo essersi tirati pugni, ci si abbraccia sempre col proprio avversario. Impossibile odiare un atleta che come te fa tanti sacrifici per stare degnamente sul ring» – ma, si diceva, una soddisfazione anche per l’Accademia Pugilistica Gladium, società sambenedettese a cui Bassi appartiene. Kabunda Kaflo, ex pugile del  Congo, che da sei anni allena una quarantina di atleti, nella palestra che si trova all’interno del PalaSpeca.
«Il risultato ottenuto da Bassi – afferma Kaflo – ci ripaga degli sforzi e degli enormi sacirfici compiuti in tutti questi anni. Non è facile imporsi a questi livelli, ma soprattutto scarso è l’interesse che ruota attorno al pugilato. Andiamo comunque avanti per la nostra strada, convinti di quello che facciamo e determinati a tenere alto il nome della città di San Benedetto».
FINALI ASSOLUTI DI MILANO 84a edizione per le finali nazionali che si terranno dal 5 al 9 dicembre prossimi al PalaLido. Due giorni di fasi eliminatorie , poi, il 7, riposo. L’8 e il 9 semifinali e finali. Gli incontri si disputeranno sulla distanza olimpica delle 4 riprese di 2 minuti ciascuna.

(Letto 713 volte, 1 oggi)